betflag
william hill
unibet
bwin sport
betfair
better lottomatica

Covid-19, positivo Pessina: anche lui è reduce dall’esperienza con la Nazionale Azzurra

Dal vocabolario della lingua italiana, tra i più affascinanti e completi della storia dell’umanità, ciclicamente viene preso in prestito un vocabolo fino a farne diventare un tormentone. Ovviamente lo si fa in modo consono al contesto nel quale si vive, tant’è che una delle parole maggiormente usate negli ultimi mesi è – ahinoi – “focolaio”.

A volte, come del resto capita in tantissime circostanze, è stata utilizzata in modo improprio. Questa volta no, è proprio il caso di utilizzarla: non potrebbe che definirsi altrimenti quello che è scoppiato nel ritiro della Nazionale Azzurra, riunitasi la scorsa settimana per affrontare 3 gare di qualificazione ai Mondiali del 2022. I match, vinti tutti con il punteggio di 2-0 dai ragazzi di Mancini, sono presto passati in secondo piano a seguito delle ripetute – ed a questo punto inesorabili – positività ai tamponi di diversi elementi dello staff tecnico e parco calciatori convocato.

E’ notizia dell’ultima ora che anche l’atalantino Matteo Pessina, impiegato per 71’ minuti in queste 3 gare di Qualificazione, è risultato positivo al tampone di routine effettuato nella giornata di ieri. Fortunatamente, come riportato dalla stessa società bergamasca nel comunicato ufficiale: “Il tesserato è asintomatico ed è in isolamento; la società ha attivato tutte le procedure previste dal protocollo in vigore e informato le autorità per le procedure correlate”.

Pessina va ad aggiungersi ad un elenco già preoccupante, che attualmente conta addirittura 20 (si, venti!) tra calciatori e membri dello Staff di Roberto Mancini. Un numero spaventoso, che se avesse avuto come protagonista una società avrebbe portato – evidentemente ed inesorabilmente – allo stop di qualsiasi attività sportiva della stessa. Trattandosi di una compagine nazionale, tuttavia, questo non è avvenuto: anzi è stato rimesso tutto nelle mani dei rispettivi club, costretti non solo a ritrovarsi con tesserati provati da l’ennesimo impegno di una stagione logorante ma altresì a prendere decisioni estremamente delicate.

Troppo labile il confine tra ciò che sarebbe giusto fare in ambito sanitario, e ciò che sarebbe corretto fare pensando esclusivamente alla sfera sportiva. Quasi tutte alla fine – monitorando costantemente con cicli di tamponi i propri tesserati – hanno optato per reintegrare immediatamente i propri calciatori: l’unica eccezione è stato il Sassuolo, il quale ha deciso di non impiegare atleti reduci da impegni con le Nazionali negli impegni di questi giorni (incluso quello di oggi pomeriggio, contro l’Inter, compreso nella nostra schedina Serie A).

La speranza ovviamente è che i ragazzi divenuti positivi nelle ultime ore (su tutti Sirigu, Cragno, Bernardeschi e lo stesso Pessina) non abbiano involontariamente trasmesso il virus anche ad altri compagni di club, o ad avversari con i quali sono eventualmente entrati in contatto nel match dello scorso weekend. Oppure evidentemente a qualsiasi parente convivente con il quale gli atleti condividano la propria vita privata.

Quel che è certo è che il focolaio azzurro, tanto temuto dopo le convocazioni – tra gli altri – di calciatori dell’Inter costretti dall’ATS Milano a non scendere in campo contro il Sassuolo qualche ora prima, sta continuando a mietere positivi e questo andrà ad influire non poco sulle scommesse Serie A.

Ci sarebbero tante parole del nostro meraviglioso vocabolario che potremmo utilizzare per chiosare, ma lasciamo a ciascuno di voi la possibilità di dare libero sfogo alla fantasia.

Torna su