casino con bonus immediato senza deposito
betflag
william hill
unibet
bwin sport
betfair
better lottomatica

L’europeo da’ valore agli azzurri: ecco la top 10 attuale per KPMG

Le grandi manifestazioni internazionali, da sempre, sono una delle vetrine più interessante per qualsiasi calciatore. Ben figurare in un evento del genere con la propria nazionale significa certamente diventare protagonisti dell’imminente sessione estiva di mercato, oltre chiaramente al diventare l’idolo di una nazione intera.

Questo campionato Europeo – che ha regalato il titolo agli azzurri dopo ben 53 anni – non fa eccezione: tanti gli atleti che hanno affermato il proprio status a livello mondiale, così come non sono mancati coloro i quali abbiano fatto il definitivo salto di qualità. A poco più di un mese dall’inizio del campionato (non perdetevi la nostra schedina Serie A), guardando agli atleti di casa nostra, trionfatori nella serata di Wembley, tra nuove certezze e graditissime conferme scopriamo la top 10 dei calciatori che – almeno stando all’analisi di KPMG – valgono di più.

Al decimo posto troviamo l’unico di questa speciale classifica a non aver disputato gli europei con la maglia azzurra, ovvero Moise Kean; l’attaccante del Paris Saint-Germain ha una valutazione attuale di 36,8mln, in leggera diminuzione rispetto all’inizio del torneo. Appena sopra di lui c’è Domenico Berardi il quale, grazie ad un aumento di quotazione di quasi 10 mln, oggi vale 37,4 milioni; appena 600mila euro di differenza rispetto a Lorenzo Insigne – ottavo – il cui valore è rimasto immutato rispetto a 3 settimane fa.

Dal settimo al quinto posto troviamo invece tre centrocampisti azzurri: poco meno di 40milioni l’attuale valutazione di Locatelli (+8,12 mln rispetto ad inizio Europeo), mentre sono praticamente appaiati – 41,7 e 41,9 – i titolarissimi Jorginho e Verratti. Curiosità: il centrocampista del Chelsea, già campione d’Europa per club con i blues, stando all’analisi svolta da KPMG Football Benchmark ha visto il proprio valore decrescere di quasi 3 milioni di euro; in barba a chi vorrebbe assegnargli il pallone d’oro!

Cucchiaio di legno per un altro azzurro che ha visto diminuire la propria valutazione: Ciro Immobile passa da 46milioni di valutazione ad “appena” 43,8 mln, pagando probabilmente le ultime due – disastrose – gare con Belgio e Spagna. Podio ampiamente a tinte neroazzurre, con Bastoni (62 milioni) e Barella (69milioni) che occupano con pieno merito il terzo ed il secondo gradino; entrambi gli uomini di Simone Inzaghi hanno visto incrementare il proprio valore, con il centrale che è salito di quasi 11,5mln di quotazione complessiva.

Chiude la top 10 il vero trascinatore degli azzurri in questa manifestazione continentale: le decisive reti segnate dagli ottavi in avanti hanno portato Federico Chiesa ad essere, con una valore attuale di 76,8milioni, il calciatore italiano più valutato dalla nota società di analisi di big data mondiale.

Come si sente sempre dire, tuttavia, il calcio non è una scienza esatta; né tantomeno una accozzaglia asettica di numeri. Domani sera, davanti ad uno stadio quasi esclusivamente schierato dalla parte dei padroni di casa, occorrerà appoggiarsi a valori che non possono essere racchiusi da numeri o formule matematiche.

Torna su