betflag
william hill
unibet
bwin sport
betfair
better lottomatica

Milan, un mercato che può valere lo scudetto: ufficiale Mandzukic, quasi Tomori

La vittoria ottenuta lunedì sera in casa del sempre ostico Cagliari ha probabilmente convinto, in via definitiva, la dirigenza rossonera: il tempo degli indugi era ormai giunto, bisogna intervenire sul mercato per poter continuare ad accarezzare il sogno scudetto.

Già, perché ormai nessuno in casa rossonera si nasconde dietro ad un dito: ad una sola partita dal giro di boa, il club meneghino è saldamente in testa alla classifica con 3 punti di vantaggio sui cugini neroazzurri. La notizia sarebbe già clamorosa di suo, considerando le ambizioni di inizio anno del club di Via Turati: se poi ci aggiungiamo che il primato sta arrivando nonostante ripetute e molteplici defezioni – tra infortuni e stop forzati dovuti a positività al Covid-19 –, la notizia assume i contorni dell’impresa. La cosa si riflette anche nei pronostici dei nostri esperti, che trovi sempre nelle nostre schedine pronte Serie A.

L’appetito, si sa, vien mangiando; ecco perché le alte sfere del club, dopo oculate valutazioni in sede di mercato, hanno finalmente deciso di intervenire sul mercato per regalare a mister Pioli qualche nuova, interessantissima, pedina. La prima è stata il generoso Soualiho Meité, centrocampista classe 1994 arrivato dal Torino con la formula del prestito secco per 6 mesi. Il suo innesto potrebbe rivelarsi fondamentale per permettere a Frank Kessié di tirare il fiato: il centrocampista ivoriano, a causa delle prolungate assenze dei suoi compagni di reparto, gioca ormai ininterrottamente dal Derby dello scorso 17 ottobre – eccezion fatta per la partita contro la Lazio saltata per squalifica –.

La ciliegina sulla torta è però arrivata nella giornata odierna: i rossoneri si sono garantiti le prestazioni sportive – sino al prossimo giugno, con possibilità di proroga sino all’anno prossimo – dello svincolato Mario Mandzukic. Un acquisto di assoluto spessore quello del croato, che permetterà a Stefano Pioli di avere un autentico jolly a propria disposizione: l’ex numero 17 della Juventus potrà difatti ricoprire sia il ruolo di vice Zlatan Ibrahimovic che una letale alternativa agli esterni d’attacco. Senza considerare un aspetto di importanza capitale: la voglia di rivalsa che SuperMario nutrirà nei confronti della sua ex società, che appena un anno fa lo invitava a rescindere con la Vecchia Signora per incompatibilità con Maurizio Sarri.

Ai due acquisti sopracitati si aggiungerà molto presto anche quello di uno dei giovani inglesi più interessanti del momento: si tratta del possente difensore centrale Fikayo Tomori, ormai ad un passo dal lasciare il Chelsea per sposare – anche questa volta probabilmente con la formula del prestito – la causa rossonera sino al termine della stagione.

Insomma, l’Inter e tutte le altre pretendenti allo scudetto sono avvisate: quest’anno bisognerà – tornare a – fare i conti con il Milan.

Torna su