casino con bonus immediato senza deposito
betflag
william hill
unibet
bwin sport
betfair
better lottomatica

Parma, tegola Pellè: stop di 20 giorni

15 gol in 22 partite giocate è uno score piuttosto deludente: questo in seno alla dirigenza del Parma era un problema da risolvere con il mercato di gennaio, tant’è che la dirigenza ducale è andata alla ricerca di un attaccante di sicuro affidamento per cambiare la rotta.

Il prescelto, alla fine, è risultato essere Graziano Pellè: il bomber italiano, terminato il contratto con lo Shandong Luneng, ha deciso di firmare per i gialloblù; si è trattato di un ritorno visto che lo stesso Pellè aveva vestito – dal 2011 al 2012 – la casacca del club emiliano per 12 circostanze.

La sua nuova avventura in Italia, tuttavia, non è certamente cominciata con il piede migliore: l’ex Southampton e AZ Alkmaar ha difatti riportato un infortunio muscolare piuttosto fastidioso, che lo costringerà a restare lontano dai campi di gioco per 15/20 giorni lavorativi.

“Graziano Pellè si è sottoposto ad esami i strumentali che hanno evidenziato una lesione distrattiva dei muscoli posteriori della gamba destra; il calciatore ha già iniziato le terapie del caso.” Questo il comunicato stampa del Parma con il quale veniva comunicato l’aggiornamento ufficiale dopo la mancata convocazione nell’ultima gara di campionato, persa dai ducali a Verona con il punteggio di 2-1.

Continua a piovere sul bagnato per il peggiore attacco del campionato, che contava proprio sull’apporto del centravanti classe 1985 per poter invertire una rotta che sta diventando sempre più pericolosa. I gialloblù hanno difatti collezionato il misero bottino di 1 punto – frutto dell’1-1 maturato nel derby giocato contro il Sassuolo – nelle ultime 11 partite, che attualmente vale il penultimo posto in classifica.

Sono 13 i punti detenuti dal Parma attualmente, con 4 punti da recuperare sul Torino (quartultimo in classifica con 17 punti); un vantaggio certamente colmabile in virtù delle 16 gare ancora da disputare, ma per farlo dovrà certamente farsi valere in zona gol. Chi è il capocannoniere della Serie A ad oggi? Il primo posto è occupato da Cristiano Ronaldo e Romelo Lukaku a quota 16.

Certo non poter contare su Roberto Inglese – lungodegente dallo scorso 17/01 e ancora lontano dal rientro – e sul neo infortunato Graziano Pellè non sarà d’aiuto. A Gervinho, Cornelius e Karamoh verrà richiesto un’immediata inversione di tendenza, prima che la situazione diventi irrecuperabile e la Serie B uno spettro sempre più vicino e concreto.

Torna su